Il secondo viaggio di Stefano Bosis in mostra a Berlino

5 September 2015

Share Button
11950274_10206305191603533_8465749649720450249_o

© Stefano Bosis

Dopo un anno dal viaggio in America Centrale, ricco di nuove esperienze da condividere con il suo pubblico, Stefano Bosis mostra un’altra interessante prospettiva della sua serie “Migranti” a cui lavora da 3 anni.

La sua seconda mostra “Viaggio II” si svolgerà alla Galerie Julia Dorsch, dal 5 settembre al 31 ottobre curata da Carlota Ibanez de Aldecoa. Qui ci presenta un nuovo soggetto: “La xenofobia”. Personificata dalla figura di un alieno, come simbolo di ignoto per scoprire la paura e la curiosità del diverso che si generano nell’uomo. Bosis apre una discussione sulle differenze che creano la ricchezza e la diversità della vita.

11942139_10206305190843514_569238256523756946_o

© Stefano Bosis

In questa mostra – come anche nei lavori presentati l’anno passato – non solo i “migranti” saranno i protagonisti, ma oggi i visitatori potranno scoprire altri personaggi affascinanti mai visti prima nei suoi dipinti, che si aggrovigliano in modo surreale con creature provenienti da altre epoche e da altri mondi. “Tutti quanti siamo migranti e tutti quanti viviamo sotto lo stesso cielo” dice Bosis.

Ancora una volta, Bosis ci sorprende e ci prende per mano portandoci nelle sue atmosfere quasi metafisiche. Sempre oscillando tra realismo ed espressionismo, mostra il mondo da un altro punto di vista, attraverso un viaggio che non finisce mai.

11942089_10206305191763537_7487171982476238898_o

© Stefano Bosis

Share Button