“Il Mitte” vi augura buon Natale

24 December 2016

Share Button

Un foglio bianco. Questo mi viene in mente se penso a Natale, dopo che ogni entuasiasmo è stato travolto dal camion di Breitscheidplatz, dopo che la Turchia è stata teatro dell’ennesimo eclatante fatto di sangue, dopo che la Siria è ridotta a un cumulo di macerie e terrore.
Nella mia vita privata di italiana a Berlino, questo Natale significa molto banalmente poter abbracciare le persone da cui sono troppo spesso e troppo a lungo lontana. Genitori che perdono colpi, nipoti che crescono a spanne, amici rincorsi su Skype o Facebook… come invidio mia madre, che aveva tutti i suoi affetti compresi nel raggio di un paio di chilometri. Per me, ma anche per molti di voi expat, non è esattamente così, ma questo lo sapete già. Non voglio tediarvi con un’overdose di retorica e per di più a Natale, tanto sappiamo giá tutto e conosciamo sia il fascino che l’amarezza della nostra condizione di esuli volontari.
Volevo quindi semplicemente farvi gli auguri e ringraziarvi.

Ogni volta che ci dite che un nostro articolo vi è piaciuto o che vi ha fatto riflettere, ogni volta che vi confrontate su un tema che solleviamo o condividete quanto scriviamo, date senso al nostro lavoro. Cerchiamo di fornirvi un servizio utile e dei contenuti stimolanti e per una piccola realtà non è facile, ma lo facciamo e lo faremo con tutto il nostro impegno e cercando di essere sempre il piú possibile puntuali e corretti. E ovviamente aspettiamo i vostri suggerimenti e feedback, perché “Il Mitte” sia sempre più vostro, oltre che nostro.
Personalmente ringrazio Filippo Erizzo e Dario Mosconi, i nostri editori, Ilaria Fioravanti, la nostra bravissima programmatrice, la nostra redazione di Berlino, che gode di tutta la mia stima, ma anche Alessandro Grassi e Flaviano Maggi, che con “Il Mitte Francoforte” continuano a fare un ottimo lavoro.
Buon Natale nonostante la follia del mondo, buon Natale, se possibile e il più possibile.

Lucia Conti

Share Button