I tesori atipici del fotografo Louis De Belle in mostra a Berlino

1 April 2015

Share Button
©

© Margherita Teodori

di Margherita Teodori

Quando pensi che tutto sia stato fotografato, pensi male.

Luigi Di Bella, in arte Louis De Belle, porta in mostra fino al 2 Maggio al Tieranatomisches Theater di Berlino il suo ultimo progetto fotografico dal titolo Failed Diorama.

Si tratta di una serie fotografica che esplora gli interni di uno spazio privato a Milano da anni inattivo, dove rarità, animali imbalsamati, trofei di caccia ed altri tesori atipici sono stati accatastati nel tempo.

“Ho avuto la possibilità di visitare questo ‘gabinetto delle curiosità’ e ne sono rimasto subito affascinato. Conteneva una straordinaria quantità di gemme archeologiche. Tuttavia, ciò che più mi colpì fu la grande quantità di oggetti che sono stati non (ancora) disposti in modo ordinato. Queste rarità erano state accidentalmente disposte, e dunque combinate, con oggetti del tutto ordinari. Sembrava una mostra, e come tale, meritava di essere rivelata.” – racconta De Belle.

L’artista narra ed espone un’atmosfera insolita ricreando un’installazione del tutto singolare. Sceglie infatti di disporre le fotografie in scatole di cartone, di diversa grandezza e su più livelli.

“Le scatole sono dopotutto il leitmotiv continuamente ritratto in ciascuna immagine.” – spiega l’artista.

Ma sono anche l’emblema della precarietà, dell’irrequietezza, del non luogo, del continuo andare. Contengono le cose bizzarre da cui non riusciamo a liberarci.

Portano al loro interno le nostre fisse, le manie, ma anche i ricordi, le piccole grandi collezioni che ci, o ci sono, appartenute.

Lo sa bene Louis De Belle, cresciuto tra Milano e New York, che oggi vive, studia e lavora a Berlino.

Un’installazione che ambisce ad ordinare, con meticolosa simmetria, un curioso disordine; che omaggia l’inutilità di oggetti bizzarri e inanimati che ora, nella biblioteca del Tieranatomisches Theater, sembrano ritrovare la loro ragione d’essere.

Share Button