“I ladri del Muro”: il video

27 March 2013

Share Button

muro

di Stefano Casertano

Lo hanno fatto di sorpresa, durante le vacanze di Pasqua, e alle cinque del mattino, come i ladri. Sapevano di fare qualcosa di sbagliato, e per questo hanno cercato di portare a termine il loro crimine culturale sotto gli occhi di meno persone possibile. Così, alle cinque del mattino del 27 marzo 2013, altre tre porzioni di muro dell’East Side Gallery sono state sradicate, a far compagnia a quella già staccata all’inizio del mese.

La città si è risvegliata attonita, e qualche berlinese ha raggiunto il muro come se stesse visitando un amico malato. La polizia, intervenuta con 250 unità, presidia il buco, mentre nella zona che ospiterà l’orrenda torre appartamenti di lusso, dell’investitore Maik Uwe Hinkel, che probabilmente ha già scalato tutte le posizioni per essere considerato a merito l’uomo più odiato di Berlino.

Non che stia commettendo un reato, legalmente parlando. Ha il permesso di costruire ciò che vuole – solo che il colpo di mano della nottata sembra voler segnalare un cambio di rotta rispetto alla disponibilità al dialogo dimostrata nelle scorse settimane, dopo due grandi manifestazioni di protesta. Come abbia fatto a coinvolgere 250 poliziotti senza che trapelasse la voce, e come abbia fatto a coordinare un simile apparato di sicurezza alla sola espressione del desiderio di costruire, ancora deve essere chiarito.

Giovedì 28 marzo si terrà una manifestazione di protesta davanti al municipio di Berlino.

Ecco il video de Il Mitte:

Share Button