Il graffito di Star Wars a Berlino e l’arte del train-bombing

23 November 2015

Share Button

 

di Mirea Cartabbia

Star wars: Il risveglio della Forza, l’attesissimo nuovo capitolo della fortunata serie, sarà distribuito in Germania il 17 dicembre 2015, ma la Star Wars mania impazza già (o forse non ha mai finito di impazzare).

In tutto il mondo ci sono graffiti che omaggiano la famosa saga:

smugone_graffiti_street_art_6

Un pezzo che raffigura Yoda, a Brighton. © Andrew King

 

 

Un pezzo che raffigura vari personaggi, a Olympia, Washington.

Un pezzo che raffigura vari personaggi, a Olympia, Washington. © Garann

Ovviamente anche Berlino non poteva essere esente da questo fenomeno globale. Così mercoledì 12 novembre, i passeggeri della S-Bahn si sono trovati davanti agli occhi un graffito celebrativo di Star Wars, che copriva un intero vagone. Come si può vedere dalla prima immagine che segue, tra i soggetti ci sono la Morte Nera, Darth Fener e Luke Skywalker.

CTnUXYYWcAA2_fm.jpg_large

Sebbene le reazioni dei passeggeri siano state più positive che negative, come dimostrano alcuni tweet, a non aver trovato affatto divertente l’accaduto è stata la S-Bahn Berlin GmbH, società di trasporti berlinese, che ha persino sporto denuncia contro ignoti, visto che ripulire il vagone dal graffito costerà più di 1000€.

Schermata 2015-11-22 alle 13.40.31

Schermata 2015-11-22 alle 13.40.49

La lotta della S-Bahn e della Deutsche Bahn contro i writer non non è una novità. L’azienda sostiene di dover impiegare più di 50 milioni di euro ogni anno per ripulire i treni dall’arte dei writer, e di questi ben 5 sono impiegati solo per ripulire le S-Bahn berlinesi.

Perché i writer scelgono di dipingere i treni? La risposta è semplice e allo stesso tempo complessa, possiamo sintetizzarla con le parole di Grisal (nome di fantasia), un writer presumibilmente berlinese che, in un’intervista a VICE Germania, afferma: “Il train-bombing è una forma particolare di street art. È molto più pericolosa. Non si tratta di un muro commissionato; se vieni preso o sbagli la tempistica, sei fottuto.

Sicuramente l’adrenalina ed il rischio sono parte integrante di questa forma d’arte e come Grisal ribadisce più volte “si diventa dipendenti”. Per i writer, il train-bombing è, in un certo senso, pubblicità gratuita, dato che solitamente il pezzo fa il giro della città per 48h prima di essere rimosso, offrendo un’incredibile visibilità all’autore e alla sua crew.

In definitiva, il treno è uno strumento molto utile per veicolare un messaggio e potenzialmente raggiunge un pubblico molto più ampio rispetto a quello delle sole persone interessate alla street art.

[youtube http://www.youtube.com/watch?v=mO2WvEk1zLA]

Share Button