Germania, anche chi ha un PC deve pagare il canone TV

4 October 2012

Share Button

Wikimedia Commons

In Germania, anche chi non possiede una televisione, ma dispone di un computer connesso ad internet, deve pagare il canone mensile per la ricezione di trasmissioni televisive. A confermarlo è stato la Corte Costituzionale tedesca, che ha respinto la richiesta di esenzione presentata da un avvocato.

L’uomo, che si era visto recapitare la richiesta di pagamento per il computer presente nel suo studio legale, aveva avviato una causa sostenendo che non avesse mai utilizzato l’apparecchio per guardare programmi televisivi, né avesse intenzione di farlo.

La corte di Karlsruhe ha respinto il ricorso dell’avvocato. La giuria ha definito il computer “dispositivo adatto alla ricezione di trasmissioni” e, di conseguenza, lo ha considerato “costituzionalmente” tassabile alla pari di un televisore. Una decisione molto apprezzata dall’emittente televisiva ARD.

Intanto, sono in arrivo importanti novità per quando riguarda la tassa televisiva: a partire dal 2013, ad ogni cittadino verrà chiesto di pagare un “fisso” di 17,98 euro al mese, indipendentemente dalla quantità e dalla tipologia di apparecchi di ricezione presenti nell’abitazione.

Share Button