Il Gerbermühle, sotto il segno di Goethe: da biergarten a pista di pattinaggio su ghiaccio

3 December 2013

Share Button
Il Gerbermühle. Foto © Nicolas17/ Wikimedia Commons / CC BY-SA 3.0 / remixed by Il Mitte

Il Gerbermühle. Foto © Nicolas17/ Wikimedia Commons / CC BY-SA 2.0 / remixed by Il Mitte

FrancoforteFrancoforte – Se abitate da queste parti sicuramente vi sarete accorti che Francoforte è la città dove è nato Johann Wolfgang von Goethe, probabilmente il più grande poeta di lingua tedesca. Sebbene, di fatto, non abbia passato in città che una piccola parte della sua vita in città – vi si fermò stabilmente solo fino ai diciassette anni e poi dei periodi brevi o delle visite sporadiche – i francofortesi sono molto fieri di avergli dato i natali.

Esistono diverse passeggiate che attraversano la città ricalcando i percorsi che Goethe era solito fare e la stessa università è intitolata al grande letterato.

Tra i vari luoghi che possono raccontare una storia che si intreccia con Goethe vi è il Gerbermühle, un hotel/ristorante sulla riva sud del Meno poco più a est rispetto al cantiere della nuova BCE. L’edificio originalmente costruito intorno al XVI secolo ospitò durante gli anni sia una Gerberei, una conceria, che un Mühle, un mulino, attività da cui ha evidentemente preso il nome. Durante la guerra fu raso al suolo come il novanta per cento del quartiere a cui appartiene, Oberrad, per venire poi ricostruito negli anni Settanta. Di originale sono rimaste solo le fondamenta, ma questo non ha certo impedito ai nuovi proprietari del locale di porre il celeberrimo silouhete di Goethe nel logo dell’hotel e di poter vantare una relazione particolare con la letteratura del poeta.

*Leggi tutte le notizie sulla tua città su Il Mitte / Francoforte*

Infatti, tra le altre cose, questo edificio fu anche la casa estiva di un ricco banchiere di Francoforte: Johann Jakob von Willemer. Durante quegli anni il proprietario invitò più volte il suo amico Goethe a soggiornare. Sebbene era già sessantacinquenne quando ci andò la prima volta, fu allora che il poeta sviluppò una relazione molto stretta con la figliastra del banchiere Marianne von Willemer. La giovane e il luogo gli ispirarono diverse composizioni tra cui la famosa poesia Gingo biloba.

Il biergarten è molto frequentato d’estate e offre anche un bel panorama sulla skyline francofortese. Se però non volete rinunciarvi nemmeno d’inverno, da circa un mese e fino al 26 gennaio, nello spazio dove i clienti normalmente possono godersi la loro pils seduti ai tavoli all’aperto, è stato allestita una pista di pattinaggio sul ghiaccio. Da biergarten è diventato un wintergarten dove servono anche caldarroste e l’immancabile Glühwein.

[ale.gra]

 

P.S. Se questo articolo ti è piaciuto, segui Il Mitte Francoforte su Facebook!

Share Button