Non c’è fiera del libro senza contro-fiera del libro.

7 October 2014

Share Button
Il logo dell'iniziativa. Dal sito.

Il logo dell’iniziativa. Dal sito.

Bannerino_FrancoforteFrancoforte – Le porte della famosissima fiera del libro stanno per aprirsi e come ogni anno Francoforte sul Meno sarà animata dalla presenza di star intellettuali, case editrici provenienti da tutto il mondo, operatori del settore e turisti, pronti a partecipare alla kermesse culturale piú importante dell’anno. Tuttavia non si tratta dell´unico evento letterario che Francoforte offre in questi giorni.

Parallelamente e in contrasto sociale e politico con la fiera principale è stata organizzata anche quest’anno una contro-fiera del libro. Promotori dell’iniziativa sono il gruppo culturale P.A.C.K. in colloborazione con il Caffè ExZess, sito in Leipzigerstr. 91, che dal 1996 – e dal 2006 con cadenza annuale – organizza questo contro anti-evento al fine di permettere ad autori poco conosciuti ed esclusi dai circoli delle case editrici dominanti di presentare e discutere le proprie opere.

L´evento è stato battezzato “gegen Buch Masse” . La sostituzione della parola Messe – fiera in tedesco – con la parola Masse è un efficace espediente linguistico la cui funzione consiste nellevidenziare il carattere di massificazione della principale fiera del libro, che tradisce il suo ruolo culturale per trasformarsi in un evento mondano alla ricerca di masse di turisti culturali.

Contro questa impostazione mercantilista della cultura, “gegen Buch Masse” propone dal 1 al 14 ottobre una serie di presentazioni e discussioni di autori e temi scomodi. Pertanto non si pone il problema di attirare visitatori bensì quello di promuovere la conoscenza e la discussione critica. L´intero programma della manifestazione può essere scaricato dal sito che fornisce informazioni dettagliate su luoghi e orari delle diverse presentazioni. Non è necessaria alcuna prenotazione, l’ingresso è gratuito. I partecipanti sono tuttavia invitati a offrire un contributo libero al fine di poter sostenere una manifestazione, che al contrario della famosa Buchmesse, non gode certo di imponenti finanziamenti.

 Ruggiero Gorgoglione

P.S. Se questo articolo ti è piaciuto, segui Il Mitte Francoforte su Facebook!

Share Button