Finding Vivian Maier, la storia della fotografa in un documentario

30 June 2014

Share Button
Vivian Meier in un autoritratto. Screenshot dal trailer su youtube.

Vivian Meier in un autoritratto. Screenshot dal trailer su youtube.

Bannerino_FrancoforteVivian Maier. Questo nome forse non dirà molto ai non appassionati di fotografia. Ma, se non la conoscete allora potreste avere un buon motivo per andare a vedere il documentario Finding Vivian Maier” che è in programma al Mal Seh’n Kino a Nordend.

Si tratta infatti di un film che racconta la storia di questa signora nata in America, che ha vissuto buona parte della sua vita in Francia e poi ha fatto ritorno negli Stati Uniti, a Chicago, dove ha lavorato come tata per il resto della sua vita. E proprio durante questo periodo nella città sul lago Michigan, Vivian diventa una delle street-photographer più in voga. O meglio: scatta le sue foto, ma nessuno la conosce.

Il documentario infatti narra nello specifico il ritrovamento delle foto di Vivian Maier, la quale verrà riconosciuta come fotografa solo dopo la sua scomparsa. Infatti le sue foto fino al 2007, due anni prima che la vecchia signora morì, rimasero ignote al pubblico. Poi, a causa della sua incapacità di pagare le bollette, alcuni suoi bauli, contenenti i rullini che aveva scattato per anni, vennero messi all’asta.

Tra gli acquirenti c’era John Maloof (co-autore del documentario insieme a Charlie Siskel) che stava facendo ricerche storiche su Chicago che per primo si accorse del valore delle fotografie e inizio a “pubblicizzare” la fotografa. Da lì in poi, il suo lavoro acquisterà sempre più attenzione sia nei media che nelle gallerie ma purtroppo Vivian Maier morì nel 2009 e non potè godersi la fama, dopo una vita di stenti.

Il documentario è stato proiettato durante diversi importanti festival internazionali, tra cui il Sundance e la Berlinale. Ora approda a Francoforte, al Mal Seh’n Kino, dove verrà proiettato tutti i giorni fino al 2 luglio alle ore 20. Mentre dal 3 luglio al 9 luglio lo spettacolo sarà alle ore 18.

[ale.gra]

P.S. Se questo articolo ti è piaciuto, segui Il Mitte Francoforte su Facebook!

Share Button