Dormire a Berlino: i quartieri della città e la ricerca ragionata di un alloggio

2 June 2016

Share Button

16141070922_e3251a0336_k

Dormire a Berlino: certamente non si rischia di farlo troppo, in vacanza, ma la ricerca di un alloggio è comunque essenziale, per chi abbia il desiderio di trascorrere qualche giorno nella capitale tedesca. Berlino è un icosaedro dalle innumerevoli anime, un calderone ribollente di culture, tradizioni, spiritualità, eredità storica, gastronomia, etnie, arte, musei, vita notturna, lussuosi appartamenti affacciati su un suggestivo skyline che si perde nelle nebbie dell’orizzonte, ma anche sobborghi e ostelli in cui soggiornare a prezzi esigui; in quattro parole, adatta ad ogni esigenza. La città è divisa in tredici distretti dal profilo endemicamente mutevole, ognuno dei quali, date le giuste precondizioni, ha tutte le carte in regola per diventare il vostro quartiere preferito. La difficoltà della ricerca di un appartamento a Berlino non sta nell’enorme mole di strutture tra cui scegliere, non si riduce ad una mera valutazione dei pro e dei contro, non intende fare appello alla fredda razionalità che ogni viaggiatore dovrebbe altresì lasciare a casa: Berlino non vi conquisterà il cervello, ma rapirà il vostro cuore. Dovete solo decidere come.

Il distretto di Charlottenburg è una zona particolarmente tranquilla ed elegante, pulita, quasi solenne: in generale qui i prezzi degli affitti sono più alti della media berlinese, fatto che non sorprende, una volta realizzato che si è a pochi passi dagli hotel più lussuosi, dai ristoranti più ricercati e da alcuni dei monumenti più significativi dell’intera città. Insomma, il prezzo del soggiorno è commisurato alla qualità della compagnia.

Prenzlauerberg al contrario è una zona giovane, forse fin troppo: basti dire che è il quartiere d’Europa con la più alta concentrazione di bambini! Ristoranti, librerie, pub e locali notturni abbondano, sorgendo con un’inaspettata celerità dalle ceneri di un quartiere che non ha mai smesso di reinventarsi: i prezzi degli affitti mutano di conseguenza. Da scegliere se optate per un ragionevole compromesso tra movida e tranquillità.

Friedrichshain non differisce di molto da Prenzlauerberg: alta concentrazione di studenti, artisti, complessi residenziali e localetti sfiziosi, ostelli a basso prezzo adatti ad accogliere lavoratori, single e viaggiatori a tempo perso, principalmente concentrati lungo Warschauer Strasse.

Si fa incetta di locali, spazi espositivi e originali iniziative culturali anche a Neukölln, un altro quartiere molto frequentato dai giovani, che negli ultimi anni si è “violentemente” imposto come centro nevralgico del divertimento berlinese.

Ma è Kreuzberg che gli contrappone la più agguerrita concorrenza: è il quartiere privilegiato dai giovani artisti e dai nostalgici degli anni ’70 e ’80, nei quali il quartiere era un mosaico di locali rock e punk, ed è ora il luogo privilegiato nel quale si forgiano le più disparate correnti artistiche. A Kreuzberg si trova, infine, la più alta concentrazione di locali alternativi e atelier artistici, adornati di esposizioni temporanee o permanenti, e il prezzo degli affitti si adatta ad una tale mole di contenuti. In breve, non è così basso. Durante l’epoca del Muro di Berlino Kreuzberg era il quartiere simbolo della controcultura e della contestazione antisovietica. Qui si trovano inoltre il Museo Ebraico, dove è ricostruita in modo fedele la tragica vicenda dell’Olocausto ed è possibile approfondire la cultura del mondo ebraico, e il Checkpoint Charlie, celebre posto di blocco posto sul confine del Muro di Berlino, che per qualche minuto riporterà i visitatori indietro nel tempo, fino agli anni Sessanta, in piena Guerra Fredda.

A Mitte, infine, troverete una pletora di musei, boutiques, centri commerciali, ostelli, hotel di lusso, ristoranti e discoteche: il paradiso dei giovani, con la sua amplissima scelta di appartamenti tra cui scegliere, ha però un suo prezzo. Considerando che la zona è ottimamente collegata con tutto il resto della città, complice un efficiente sistema di linee metropolitane, autobus e, dulcis in fundo, anche l’espresso che porta direttamente all’aeroporto Schönefeld, è la zona più gettonata se si desidera visitare la città senza rinunciare a una frizzante vita mondana. A Mitte si trovano inoltre l’Isola dei Musei e il monumento più celebre di tutta la Germania, la Porta di Brandeburgo, uno dei più colossali e spettacolari esempi di arte neoclassica del mondo.

Se volete far festa nella Berlino che negli anni ha affascinato molti artisti e celebrità pernottate a Schöneberg, grande quartiere situato nella parte sud-occidentale della città. Qui hanno vissuto personaggi come David Bowie, Iggy Pop e Klaus Kinski e in passato la zona è stata considerata il fulcro della vita “gay friendly” e delle arti performative. Oggi a Schöneberg ci sono numerosi club e locali, ma anche botteghe e piccoli negozi di artigianato, che  si alternano a vetrine e boutiques. Proprio davanti al municipio, nel 1963, durante il conflitto con l’URSS, l’allora presidente degli Stati Uniti John F. Kennedy pronunciò la celebre frase: “Ich bin ein Berliner”, io sono un berlinese.

Likibu è un motore di ricerca dedicato agli affitti vacanze che integra al suo interno almeno 25 siti partners e permette a chi cerca un alloggio di individuare tutti quelli disponibili con un’unica operazione. Questo è il numero di annunci di affitti vacanze presenti al momento su Likibu in relazione a Berlino e alle varie parti della città:

Mitte: 1538
Pankow: 1066
Neukolin: 232
Lichtenberg: 87
Reinickendorf: 84
Spandau: 72

Share Button