Design di interni a Berlino con MC Dimension

28 November 2015

Share Button

mc_foto2

– Contenuto promosso da MC Dimension –

Victor Hugo diceva che dalla conchiglia si può capire il mollusco, dalla casa l’inquilino. Ogni spazio infatti è una dimensione che rappresenta le necessità e l’identità di chi la vive. Perché questo si esprima correttamente, serve sia un buon coordinatore capace di dirigere ogni fase dell’intervento strutturale, sia un designer che trovi soluzioni capaci di soddisfare necessità che dipendono dall’utilizzo e dal gusto di chi rinnova il proprio spazio.

Le opportunità sono infinite, e c’è a Berlino chi si sta specializzando a realizzare soluzioni capaci di rappresentare la storia e la struttura stessa dello spazio, dando valore ai materiali già presenti, a ciò che sta dentro o sotto, interpretando ciò che di solito viene coperto o rimosso. MC Dimension realizza qui in città progetti di ristrutturazione di spazi sia privati sia pubblici, creando una dimensione abitativa che rivela materia e storia.

Michele Cavaliere, project manager e interior designer, crede nella necessità di creare una identità avvolgente (la “dimension”) basata sull’interpretazione di alcuni elementi nascosti. “Preferisco non aggiungere nuovi strati ma piuttosto togliere, così come quando abbiamo realizzato una vineria-ristorante (Briefmarken Weine, in Karl Marx Allee 99) che aveva dei vincoli precisi di tutela (era un famoso negozio di francobolli della DDR): abbiamo tolto la carta da parati nuova ed abbiamo trovato sotto l’originale degli anni 50; l’abbiamo fissata con un isolante trasparente ed era perfetta, nel senso che seppur rovinata strappata e vecchia, donava ai muri una personalità romantica e storica, difficilmente ricostruibile; abbiamo alternato pareti antiche, “decorate” da tracce elettriche e mattoni a vista, con muri tinteggiati freschi, intonsi, nuovi, in modo da creare un ritmo visivo e cromatico tra vecchio e nuovo con un risultato avvolgente ed evocativo. Il pavimento rosso presentava crepe e grosse macchie rimaste come traccia dei tavoli e di quei mobili che negli anni avevano segnato la superficie: prima lo abbiamo semplicemente pulito, lasciandolo disegnato dal tempo, e poi lo abbiamo ricoperto con una resina trasparente trasformandolo in una superficie antica e moderna allo stesso tempo”. Dopo un anno dall’apertura, quell’ex negozio di francobolli è tra le 5 migliori vinerie di Berlino.

mc_foto1

MC Dimension è riconoscibile nella dinamica strutturale e nelle scelte stilistiche anche quando agisce negli appartamenti: è quasi una firma ormai l’alternarsi di muri tinteggiati nuovi con qualche vecchio intonaco a vista (molto di moda oggi nei locali a Kreuzberg e Neukölln). Questi spazi privati vengono arricchiti sia con elementi moderni, sia con mobili in legno costruiti su misura, sia con accessori degli anni ’50-’60 che si trovano nei mercatini e nei negozi vintage della città. “Di solito lavoro per connazionali che acquistano l’appartamento qui e che poi tornano in Italia. Procedo così: faccio un sopralluogo insieme al proprietario, definiamo gli interventi strutturali e identifichiamo la dimensione estetica. Durante la gestione dei lavori sono molto importanti la puntualità e la precisione; è fondamentale comunicare via email testi e foto sull’avanzamento dei lavori per coinvolgere in ogni passo il proprietario che segue la realizzazione dell’appartamento da lontano, per renderlo presente e attivo in ogni momento cruciale del lavoro.”

Ad opera completata, MC Dimension consegna la casa pronta per poterci vivere; ciò non significa solo mobili e lampadari, ma anche cuscini, lenzuola, coperte, asciugamani, stoviglie, elettrodomestici: tutto secondo quanto concordato nel progetto. “E’ un piacere vedere il cliente arrivare dall’Italia, aprirgli la porta ed osservare l’espressione dei suoi occhi mentre passeggia nelle stanze della sua nuova casa. Di solito, appena arrivato, passo una mezzoretta con lui a parlare del lavoro svolto e poi lo lascio viversi la casa da solo, perché per me questo vale più di mille parole. Dopo qualche giorno ci rivediamo, meglio se davanti ad una buona birra fresca, e decidiamo se possa servire ancora qualcosa per completare la dimensione abitativa, magari un quadro o una decorazione, una mensola o una nuova lampada.”

mc_foto3
Michele Cavaliere prende molti spunti dall’Upcycling diventandone egli stesso un interprete: osserva, inventa, prende materiali e oggetti e li fa rivivere; che si tratti di luoghi aperti al pubblico o dedicati all’intimità familiare, sa trasformare ogni un luogo in una dimensione funzionale ed evocativa. “Qualsiasi progetto è unico perché -pur rimanendo nella stessa città- cambiano i luoghi e i gusti delle persone, ogni ambiente diventa un’opera originale, mai ripetibile. E’ fondamentale sentire lo spazio dove si andrà ad intervenire, avere una intuizione forte, utilizzare un team elastico, un gruppo di lavoro fatto di tecnici e professionisti reattivi, capaci di affrontare ed esprimere caratteristiche progettuali diverse.” Esiste un sito, da poco online, dove poter vedere lo stile di Michele: mcdimension.com

– Contenuto promosso da MC Dimension –

Share Button