La circoncisione va in mostra (con ironia) al Museo Ebraico di Berlino

24 October 2014

Share Button

bubala

da Bubala Please – Gangsta Bris [© Napkin Note Productions, 2013]

Parola d’ordine: autoironia. A cominciare dal titolo, Haut/ab!, “taglialo!” e dall’immagine scelta per poster e locandine: una banana dove la parte della buccia che ricopre la punta superiore è stata rimossa.

In pieno stile berlinese, prende il via oggi una mostra sulla circoncisione, la rimozione chirurgica del prepuzio dal pene estremamente diffusa per motivi religiosi in Israele e in tutto il mondo ebraico.

hautabAd ospitarla sarà proprio il Museo Ebraico della città, che ha voluto dedicare un focus espositivo a questa «tradizione millenaria» che coinvolge oggi, per ragioni diverse, «quasi un terzo della popolazione maschile mondiale».

L’idea è stata sviluppata dopo che una controversa sentenza del tribunale di Colonia, risalente al 2012, contribuì ad alimentare la discussione tra i leader religiosi e l’opinione pubblica tedesca.

L’esibizione durerà fino al 1 marzo 2015: partendo dal concetto ebraico del rituale, la mostra esplora il tema da una prospettiva islamica e cristiana, approfondendo anche le tracce lasciate nella cultura popolare dalle serie TV americane.

Il biglietto costa 8 euro e garantisce l’accesso a tutte le mostre temporanee ospitate dal Museo, mentre il ridotto costa 3 euro.

Share Button