Cambiamenti nel welfare tedesco: sarà più difficile avere sussidi

16 January 2017

Share Button

welfare tedesco

di F.M.

Ne avrete già sentito parlare, la riforma del Welfare tedesco è cominciata. Dopo anni di discussione, dal 1 gennaio 2017 è cambiato praticamente tutto.
Per prima cosa cambieranno dei parametri relativi ad Hartz IV, che permetteva di avere, a chi fosse residente, un sussidio di circa 450 euro e parte dell’affitto pagato con assistenza sanitaria compresa. Con la riforma messa in atto, infatti, per avere questo aiuto, bisognerà essere residenti ed aver pagato le tasse per almeno 5 anni.
Diverso è il discorso riguardante il sussidio di disoccupazione, che si potrà avere, ma solo dopo 12 mesi di lavoro e sempre nel territorio tedesco.

Questa nuova legge, che ha fatto molto discutere, mette in luce problemi che riguardano soprattutto i famosi “viaggi del Welfare”, così definiti dal governo tedesco. Migliaia di persone si recavano infatti in Germania usando questa forma di sostentamento, che le esentava dal pagamento dalle tasse, solo per non inserirsi nel mercato del lavoro con l’intento di rimanere nel sottobosco degli aiuti statali.
Il sistema Hartz IV, voluto dal governo Schröder nel 2000, aveva la funzione di diminuire la povertà ricollocando i disoccupati nel mondo del lavoro, cosa che in parte è avvenuta, ma l’atteggiamento dei “furbetti” che hanno usato questo sistema per rimanere in una situazione di stallo, ha danneggiato chi voleva un vero aiuto.  
Altre modifiche verranno fatte anche per chi ottiene il Kindergeld. Verranno erogati infatti 190 euro a figlio, contributo che verrà riconosciuto solo a chi sarà residente in Germania con la propria famiglia.

Maggiori informazioni  sono nel sito ufficiale del governo tedesco.

Share Button