Andare in bicicletta a Berlino: facile, economico, bello

8 November 2016

Share Button

di Marco Bollini

Berlino è una città in continuo movimento e per muoversi preferisce la bicicletta. Per poter godere appieno la capitale tedesca occorre una bici, è un investimento economico che si ammortizza in poco tempo in una città così a misura di ciclista. La bicicletta è silenzio, meditazione su gomma. Un aggeggio del quale tu sei il motore. Una metafora della vita: se smetti di pedalare cadi.
Sono circa 500.000 i berlinesi che pedalano ogni giorno e Berlino in questo modo è la città con l’aria più pulita della Germania, una città senza odore.
Non è il caso di cedere alla tentazione di acquistarne una rubata. Non si fa. Si può cercarne una messa all’asta dalla BVG e comunque esistono varie possibilità di fare un acquisto conveniente a partire da 50 euro in una delle numerose officine, rivendite e mercati dell’usato.

Per pedalare in questa città non servono condizioni fisiche da atleta, Berlino è piatta e permette a chiunque ne abbia voglia di spostarsi in modo rapido, ecologico ed economico. Le bici che circolano sulle ciclabili della “città dell’orso” sono di tutti i tipi, dalle più malandate e naive alle più accessoriate e costose. Vanno tutte bene a patto di avere un paio di indispensabili parafanghi, gomme non troppo strette, un cestino anteriore o un portapacchi posteriore per raccogliere quello che Berlino offre gratuitamente lungo le proprie strade e luci anteriori e posteriori funzionanti (la Polizei è molto severa su questo e dispensa multe ai trasgressori). Le regole della circolazione stradale a Berlino vanno rispettate, soprattutto perchè gli automobilisti berlinesi rispettano i ciclisti, ma anche per evitare di incappare in una multa che può rivelarsi assai salata. Ad esempio davanti a un semaforo rosso non é il caso di cedere alla tentazione di attraversare comunque: i tutori dell’ordine non transigono e un sorriso di scuse non basta a evitare la contravvenzione.
La bicicletta è un modo magnifico di vivere la città, la velocità è perfetta per ammirarla e attraversarla: in pochi minuti si raggiunge ogni meta desiderata. Berlino è inoltre ricca di storia e di parchi ed è bello “perdersi” in questa capitale che si offre, splendida nella sua ruvidezza, tra l’asfalto e la natura. In caso di eccessivo maltempo o di improvvisa stanchezza è possibile caricare il proprio velocipede sulle U-Bahn e S-Bahn con un modico sovrapprezzo del biglietto ordinario.
Berlino si vive e si pedala, è un posto che fa rabbrividire e poi sudare, con il vento in faccia e il sorriso, perchè tra le nuvole è uscito il sole. Sono pochi i clacson delle auto che fanno sobbalzare chi va in bici, Berlino è una città frenetica ma senza fretta e nel ritmo cadenzato di chi la vive pedalando trova una sorta di proprio orologio biologico, diastole e sistole di un luogo in moto perpetuo. Da vivere seduti in sella o in piedi sui pedali.

Di seguito un po’ di indirizzi utili: Fahrradladen Mehringhof, Gneisenaustrasse 2a, 10961, nel cortile assistenza e riparazioni i ricambi sono in parte gratis; Pappelrad, Pappelallee 74, 10437, riparazioni veloci ed economiche; Unirad-Werkstatt, TU Berlin (Politecnico di Berlino), Eisteinufer 25, 10587, stanza HFT027, martedì e giovedì dalle 14.00 alle 18.00 riparazioni fai da te con l’aiuto di professionisti; Rent a Bike 44, Mahlower Strasse 9, 12049 Neukölln, bici a noleggio da 4 euro al giorno; dieTaschengeldfirma, riparazioni gratuite o a offerta libera all’interno di Tempelhofer feld.

Share Button