I quartieri di Berlino: Steglitz

4 September 2013

Share Button
[© Oh-Berlin.com / Flickr / CC BY 2.0]

Il Municipio di Steglitz [© Oh-Berlin.com / Flickr / CC BY 2.0]

Informazioni fondamentali

Distretto: Steglitz-Zehlendorf
Dimensioni: 6,79 km²
Abitanti: 73.380
Affitto medio:  8,40 €/m²
Stazioni principali: Schloßstraße, Rathaus Steglitz
Linee: S-Bahn (S1), U-Bahn (U9), Bus

 

La storia: l’Ovest più Ovest, tra ville e shopping

Quando nella seconda metà del XIX secolo i villaggi di Lichterfelde e Dahlem diventarono aree residenziali di gran lusso, con residenze signorili e ville, a Steglitz si sviluppò un’importante zona commerciale intorno alla Schloßstraße, che serviva anche i ricchi villaggi vicini.

Nel 1920, Steglitz entrò a far parte della Grande Berlino e fino al 2001 ne costituì un distretto indipendente, facente parte del settore Americano durante la Guerra Fredda. Con la riforma del 2001, Steglitz e Zehlendorf divennero un unico grande distretto comprendente, oltre agli omonimi quartieri, anche Lichterfelde, Lankwitz, Dahlem, Nikolassee e Wannsee e costituendo il più benestante dei dodici Bezirk di Berlino.

Vivere a Steglitz

Steglitz è un quartiere a sud del Ring, in grado di vivere di vita propria e che molto spesso non ha bisogno del resto della città. Nonostante la sua distanza dal centro, considerarlo e immaginarlo come tipico quartiere di periferia è un errore commesso da chi non si è mai spinto a visitarlo. Steglitz riesce infatti ad essere verdissimo e residenziale, pur rivelandosi totalmente diverso da tutti gli altri quartieri periferici di Berlino: lo shopping qui è protagonista e il suo aspetto è quello di una vivibilissima città nella città.

Raffinato e quieto, nell’architettura così come nello stile di vita, è scelto soprattutto dai tedeschi della medio e alta borghesia, che qui costituiscono ben il 73,8% della popolazione, mentre gli italiani rientrano soltanto in quel 9,7% che comprende “altre aree di provenienza”.

[© Oh-Berlin.com / Flickr / CC BY 2.0]

Un elegante palazzo del quartiere [© Oh-Berlin.com / Flickr / CC BY 2.0]

Schloßstraße è la strada principale, il cuore del quartiere da cui si diramano le vie residenziali e dove ogni giorno centinaia di persone passeggiano dentro e fuori dai negozi. Sembra infatti, questo viale, un unico grande e moderno centro commerciale,  in una cornice caratterizzata da bar e locali. Si tratta della seconda area commerciale più ampia di Berlino e qui, nel 1970, venne aperto uno dei primi centri commerciali della Germania, Forum Steglitz, ancora oggi esistente. La domenica, nella piazza della Rathaus Steglitz, si tiene un tipico mercatino delle pulci. A conferma di questa tradizione nel 2012, a Steglitz, è stato inaugurato l’unico punto vendita Primark della capitale tedesca.

Numerose sono le associazioni sportive, le piscine all’aperto e coperte, i parchi giochi per bambini, i teatri, i cinema e i centri culturali. A Steglitz non manca nulla, se non quella vita notturna berlinese tanto amata dai giovani.

[© IngolfBLN / Flickr / CC BY-SA 2.0]

Un particolare della stazione di Rathaus Steglitz [© IngolfBLN / Flickr / CC BY-SA 2.0]

Il centro di Berlino si raggiunge comodamente e velocemente, bastano 7 fermate di U9 per raggiungere il Ku’damm e 7 fermate di S1 per Potsdamer Platz, entrambe senza cambi. Ma la sua posizione la rende vicina anche a Potsdam e a Wannsee, grazie all’ottimo collegamento con la tangenziale.

Cosa fare e vedere a Steglitz

* Bierpinsel: la torre di 47 metri d’altezza, segno marcante dello scenario architettonico di Steglitz, fu costruita tra il 1972 ed il 1976 dai coniugi Ralf ed Ursulina Schüler, esponenti del Late Modernism e promotori di un’impronta fortemente High-Tech. Dismesso dal 2002, le proprietarie Tita e Larissa Laternser hanno reso noto di voler riavviare l’attività ristorativa già a partire dal 2013, con il nome di “Schloßturm“, includendo al già esistente ristorante anche un centro culturale ed artistico.

[© Oh-Berlin.com / Flickr / CC BY 2.0]

Il Bierpinsel [© Oh-Berlin.com / Flickr / CC BY 2.0]

Titania-Palast: grande cinema costruito nel 1928 secondo lo stile Neue Sachlichkeit (Nuova oggettività), ospitò il primo concerto della Berliner Philarmonie dopo la Seconda Guerra Mondiale, il 26 maggio 1945, e la cerimonia di apertura della primissima edizione della Berlinale, il 6 giugno 1951.

* Die Spiegelwand: un memoriale per l’Olocausto, una parete di vetro sulla quale sono incisi i nomi e gli indirizzi dei 1700 ebrei deportati e uccisi nei campi di concentramento nazisti.

Schlosspark-Theater: è il teatro più celebre del quartiere e uno dei migliori di tutta Berlino, grazie alla programmazione versatile.

Stadtbad Steglitz: la cupola in Jugendstill rende questa piscina, oggi senz’acqua, una cornice magnifica e perfetta per il programma di eventi che qui vengono organizzati e messi in scena: concerti e teatro, non solo nella vasca, ma anche nel cortile e nel vecchio lavatoio (ecco le cinque piscine imperdibili di Berlino).

* Stadtpark Steglitz: il parco pubblico, dove non mancano specchi d’acqua e lo spazio per rilassarsi.

Share Button