Comprare etnico a Berlino: come, dove, cosa

27 April 2014

Share Button
[© fronx on Flickr / CC BY 2.0]

Dong Xuan Centre [© fronx on Flickr / CC BY 2.0]

Una delle cose più eccitanti quando si lascia il Belpaese per una grande capitale estera, è probabilmente la possibilità di tuffarsi totalmente nel melting pot di etnie diverse, con i loro colori, profumi e, soprattutto, i loro prodotti.

Oggi anche l’Italia inizia ad offrire piccoli negozietti autenticamente etnici, in particolare nord africani e arabi, ma è un paese ancora lontano da quella che è la vera multietnicità, più o meno integrata.

Berlino è una metropoli cosmopolita, benché restino i dubbi su quanto la sua mescolanza sia effettivamente amalgamata con la società, dove le diverse etnie che la compongono si spandono a macchia di leopardo su tutto il territorio, pur formando vere e proprie comunità distinte in diversi quartieri della città.

Ecco dunque una mini-guida per comprare etnico a Berlino, lasciandosi guidare dalla curiosità di provare qualcosa di nuovo, qualcosa che in zone remote del nostro pianeta sono ordinaria abitudine.

******

ESTREMO ORIENTE (Vietnam, Cina, Thailandia, Korea…)

Dimenticate i grandi magazzini cinesi all’italiana, dove trovare qualcosa di veramente tradizionale e acquistabile è quasi impossibile. A Berlino i luoghi per acquistare estremo-orientale vi fanno realmente fare un viaggio di 15mila chilometri. Vi segnaliamo l’imperdibile Dong Xuan Center (Herzbergstraße 128-139), una serie di capannoni vietnamiti (i prodotti provengono anche dagli altri paesi della zona) che offrono piccoli supermercati e negozi di ogni genere, con scaffali alti fino al soffitto stipati di oggetti inimmaginabili. Questo è il posto dove i vostri occhi vedranno cose che non hanno mai visto prima. Più a misura d’uomo e tradizionale nell’aspetto è Go Asia, (Kantstraße 101 | Turmstraße 29 | Haptstraße 132), un vero supermercato asiatico a tutti gli effetti, dove acquistare dagli spaghetti di riso (provate voi a scegliere quali, tra l’ampissima scelta!) a strani pesci congelati fino a padelle wok e porcellane.

TURCHIA

Non è difficile acquistare turco a Berlino, essendo questa la comunità più ampia e radicata. I negozi e i luoghi con i profumi di Istanbul sono sparsi per tutta la città, ma è il Türkischer Markt am Maybachufer (ogni martedì e venerdì dalle 11 alle 18.30 | Maybachufer) la vera tradizione. In realtà, non è essenzialmente un mercato turco, la maggior parte delle bancarelle infatti offrono frutta e verdura (per risparmiare comprate al kg e dividete con amici o andate a fine giornata), se non fosse per i venditori che urlano il prezzo della loro merce. A dare colore e profumo, ci pensano le decine di stoffe tradizionali in vendita e le donne turche, che preparano sotto i vostri occhi il tipico Gözleme spinaci e formaggio. Uno dei supermercati turchi più famosi della città, invece, è BOLU, con 9 punti vendita in 7 quartieri della città: è ottimo per acquistare frutta e verdura a buon prezzo dalle bancarelle che occupano l’esterno del negozio. Al suo interno troverete prodotti tipici di ogni genere, compreso il banco della carne.

RUSSIA & co.

Pensando alla Russia vi vengono in mente vodka e caviale? Sicuramente sono due simboli culinari della grande terra fredda, ma non gli unici. Molti prodotti tipici della cucina russa sono tradizionali anche per noi, basti pensare al salmone affumicato, alla stessa vodka (forse non tradizionale, ma di certo diffusa e comune), al formaggio quark… vi consigliamo quindi di non provare l’esperienza di un negozio russo per acquistare qualcosa che potete comprare ogni volta che andate a fare la spesa. Ci sono prodotti che non troverete da nessun’altra parte, come il Sulguni (formaggio gommoso, una specialità georgiana, tradizionalmente servito con polenta), i vari Pelmeni/Vareniki/Khinkali/Pierogi (tipici gnocchi, surgelati, ripieni di manzo e/o maiale, talvolta di patate, di ricotta e frutti di bosco da mangiare con panna acida, aceto e cipolle fritte nel burro), la Medovnik (torta a strati di miele e noci, popolare in Russia, Ucraina e Terre Ceche). Informatevi sui prodotti tipici di queste terre e poi immergetevi in uno di questi negozi russi: Rossiya (Stuttgarter Platz 36), Mini Mix 14 (MixMarkt, Charlottenbrunner Str.12), Alyonka (Grunerstraße 20, dentro l’Alexa), Intermarkt Stolitschniy (Donaustr. 39-40), Berjozka (Passauer Straße 4), Kasatschok (Schivelbeiner Str. 49).

ISRAELE (KOSHER)

I cibi kosher sono tutti quelli conformi alla kashrut, la legge alimentare ebraica. Berlino offre molti negozi di alimentari kosher, anche se è possibile trovare molti prodotti anche nei supermercati tradizionali, con la differenza che sulla confezione non ne viene riportata la conformità. Innanzitutto segnaliamo Lev Tov (Grolmanstraße, 20), che è in realtà una Sinagoga, ma che tutti i venerdì tra le 9 e le 14 vende Challahs, Rogelach e altri prodotti da forno per il sabato. KosherLife (Fehrbellinerstr. 40) ha grande selezione di cibi kosher che soddisfano le richieste più esigenti; Balmi Lachsräucherei (Lahnstrasse 56-78) è specializzato nel pesce affumicato; Bäckerei Kädtler (Danziger Str. 135) è dal 1935 un’autentica panetteria con prodotti da forno kosher.

AFRICA

Ancora ridotta, la comunità africana di Berlino si è stabilita soprattutto nei quartieri di Neukölln e Wedding. Qui si è data subito da fare aprendo negozi specializzati che, per la maggior parte gestiti da donne, trattanto soprattutto prodotti di bellezza e style. L’Alpha and Omega International Afro Shop (Weserstr. 3-4) offre una variegata scelta di prodotti tipici, che spaziano dall’alimentazione alla cosmesi fino all’artigianato e ai tessuti. Afro-Karibik Markt (Grunerstr. 5) è il più grande negozio africano di commercio all’ingrosso e al dettaglio di Berlino, direttamente in Alex’platz. Qui potete trovare alimentari, compresi caffè, tè e birra, artigianato, cosmetici, tessili, calzature, musica, film, trecce rasta e treccine. Afrikiko (Kurfürstenstr. 19) è ​​una società internazionale che tratta arte e artigianato africano di qualità, 100% naturali e fatti a mano, in condizioni socialmente eque e rispettose dell’ambiente. Per chi cerca pezzi d’arredamento made in Africa, Mia Collection (Elberfelder Str. 25), con negozi anche ad Amburgo e Karlsruhe, è il posto giusto: mobili e accessori sono moderni e di design, sviluppati per la maggior parte dall’esperienza del designer tedesco-ghanese Mark Kwami.

KADEWE

Il fastoso KaDeWe (Kaufhaus des Westens – Tauentzienstraße 21-24) non ha certamente l’aspetto etnico, così come non lo sono i prodotti e i loro prezzi. Ma l’ultimo piano dei suoi 60mila metri quadrati è un luogo oltre ogni immaginazione culinaria. L’offerta è ampissima e tocca ogni angolo del pianeta, ma con lusso. Potreste trovare qualcosa di eccezionale, sempre che il vostro portafoglio ve lo permetta. Attenzione! Spesso sui banchi i prodotti sono identici a quelli che trovate al supermercato sotto casa (Edeka, Kaiser’s…), ma con il prezzo raddoppiato. Il consiglio vale un po’ per tutti i posti selezionati: date un occhio attento al prezzo in rapporto al prodotto, alla sua qualità e al peso. Potreste trovarlo identico, ad un costo minore, in posti meno battuti.

Share Button