“Amo Neukölln e ve lo racconto un tweet alla volta”

15 June 2013

Share Button

di Arturo Robertazzi*

Da lunedì 17 giugno e per due settimane andrà “in onda” sui canali di Doppiozero (@00SerialTW) un mio twitter-racconto dal titolo Berliner Tango (hashtag #00Berlin).

ar0

 

Incuriositi dai miei post turistici “estratti” da Where Are We Now di David Bowie e da Il Cielo Sopra Berlino di Wim Wenders, gli amici di Doppiozero mi hanno proposto di scrivere un reportage narrativo su Berlino in forma di tweets.

Come si diceva anche su Il Mitte in un articolo di qualche tempo fa, la ragione principale per cui mi sono trasferito a Berlino è quella di scrivere un romanzo ambientato a Neukölln. Dopo Zagreb e dopo quattro anni di Berlino, BerlinXxX, questo l’Arbeitstitel del romanzo, è ormai a buon punto.

ar1

Quattro anni fa scelsi Neukölln quasi per caso: mi attiravano quella sua aria bizzarra e i suoi abitanti grotteschi, come scritti dalla penna di un Kafka dei nostri giorni. Mi dicevano: “Ma sei matto a vivere a Neukölln?” oppure “In quella strada un amico di mio padre è stato assassinato”.

In effetti, quando arrivai a Neukölln, il kiez era ancora un quartiere molto povero, abitato solo da turchi e da tedeschi che di tedesco avevano ben poco. L’ho vista cambiare davanti ai miei occhi e ora Neukölln, come sanno coloro che ci vivono, è uno dei quartieri più movimentati di Berlino, animato da artisti, studenti e Ausländer.

ar2

Con i tweets di Berliner Tango ho provato a raccontare la voce di Neukölln, la sua trasformazione e le sue peculiarità, utilizzando i personaggi di BerlinXxX: un nano e un gobbo che tra Flughafenstraße e Hermannstraße danno vita a un numero circense; un venditore di cianfrusaglie di Reuterstraße che nel suo Trödelmarkt espone ogni cosa, purché sia antica e inutile; il vecchio Ingo che al Bar Ecke vende saggezza al prezzo di una birra.

Uno dei miei scopi è far conoscere Neukölln, un quartiere liquidato con poche parole nelle guide turistiche di Berlino, relegato a piè pagina dietro le lunghe descrizioni di Kreuzberg e Friedrichshain. Con Tempelhofer Park e Hasenheide, le sue strade caotiche – avete provato a passeggiare a Karl-Marx-Straße o Sonnenallee in pieno giorno? -, il suo festival 48 Stunden (14-16 giugno) e la sua vita notturna tutta da scoprire, Neukölln è senza dubbio un kiez in grande fermento di cui sono felice di fare parte.

ar3

Dentro ai 75 tweets “trasmessi” da lunedì su @00SerialTW ogni giorno dalle 16 alle 18, ci sarà un po’ della mia vita berlinese, i personaggi grotteschi di BerlinXxX e, naturalmente, la voce onesta e caparbia di Neukölln.

* Arturo Robertazzi vive a Berlino, dove lavora come chimico computazionale alla Freie Universität. Oltre a saggi e articoli scientifici, è co-autore de La Lettura Digitale e il Web, in cui ha contribuito con uno dei primi studi realizzati in Italia sull’uso di Twitter da parte delle case editrici. Zagreb, il suo romanzo d’esordio, pubblicato da Aìsara nel 2011, è in uscita in Germania e in Italia, in una seconda nuova edizione esclusivamente digitale. Su Scrittore Computazionale scrive di chimica e scrittura, arti e scienza.

Share Button