Berlin Wonderland: gli anni selvaggi di una città che non c’è più

16 October 2014

Share Button

Berlin Wonderland: Wild Years Revisited 1990-1996” è un libro fotografico che racconta un periodo, quello negli anni successivi alla caduta del Muro, in cui Berlino era una tela bianca pronta per essere dipinta con creatività e un po’ di incoscienza.

Edito da Gestalten, il libro raccoglie immagini inedite della città e delle sue culture sotterranee, dove artisti, anarchici, squatter e punk erano liberi di utilizzare gli spazi per creare nuova musica, nuove forme d’arte, nuove atmosfere.

Un vero e proprio laboratorio a cielo aperto in cui era possibile persino trovare due aerei da guerra abbandonati dai russi nei campi del Brandeburgo e trasportarli a Mitte, dipingendoli con i graffiti, come racconta in questo video Chris Keller, che insieme a Anke Fesel ha realizzato il progetto.

“Berlin Wonderland”, in vendita online a questo link, è diventato anche un’interessante mostra fotografica che inaugura oggi presso i Sophie-Gips-Höfe di Sophienstraße 21, 10178 Berlin (U-Bahn Weinmeisterstr.). Altre informazioni qui.

Share Button