Angela Merkel sulla strage di Breitscheidplatz: “non mi sarei mai aspettata un attentato a Berlino”

20 December 2016

Share Button

di Federico Quadrelli

Angela Merkel ha parlato alle 11.00, in una breve conferenza stampa tenutasi all’indomani della strage di Berlino, che ha causato 12 morti e 48 feriti.
La cancelliera, vestita di nero che attraverso il suo portavoce Steffen Seibert aveva espresso su Twitter il più profondo cordoglio per le vittime e per le loro famiglie, ha dichiarato che allo stato dei fatti si debba purtroppo presumere che si tratti di attacco terroristico e ha detto senza mezzi termini che non si sarebbe mai aspettata un attentato a Berlino. Ha inoltre aggiunto che continuerá tuttavia a sostenere tutti gli stranieri che vogliono integrarsi in Germania.

La cencelliera si è inoltre detta inorridita dalla possibilitá che l’attentatore sia un rifugiato, considerati i “numerosi tedeschi che aiutano i migranti e i numerosi migranti che cercano davvero protezione nel nostro Paese”.
Ha promesso inoltre la massima severitá che le leggi tedesche consentono e ha esortato le persone a non rinunciare ai mercatini di Natale e a trovare nel calore della famiglia un motivo per restare “uniti, aperti, liberi”.
La cancelliera ha inoltre confermato il fatto che il sospetto sia stato identificato. Si tratterebbe di un pachistano richiedente asilo arrivato circa un anno fa in Germania.

Share Button